Glauco sul fondo del mare

La verità da noi esposta si riferisce all’attuale situazione dell’anima afflitta da mali innumerevoli, come Glauco, dio del mare, la cui forma originaria può a mala pena essere distinta, perchè parti del suo corpo sono state spezzate o corrose, o completamente sfigurate dalla onde; vi sono poi cresciute sopra erbe, rocce e conchiglie, per cui ora Glauco assomiglia a qulungue altro essere vivente e non più a se stesso.
Platone Repubblica 611 c-d

Commenti

L' ancora ha detto:

Glauco e il gambero….entrambi sott’acqua…
l’uno mutilato e coperto di alghe, l’altro libero che procede a ritroso nell’immenso.
eppure, io ti dico, l’essenza è la stessa!

Lascia un commento