emotional landscapes

dopo

Standard
art

Base magica

piero-manzoni-base-magica-scultura-vivente

Piero Manzoni utilizza un contrappunto volto a sovvertire in maniera definitiva la visione delle cose.
Non basta semplicemente costruire una solida Base del mondo capace di sorreggere la terra, non è sufficiente creare un supporto di legno su cui posizionare delle Sculture viventi, non serve a nulla firmare attestati di autenticità, utilizzare le proprie impronte digitali del pollice su uova sode da consumare durante una performance.

L’intento è diametralmente opposto, ovvero distruggere l’autorevolezza, annientare attraverso il rituale legale dell’attestato di autenticità dell’opera l’opera stessa. Un processo che è agli antipodi di una funzione fondativa di senso dell’artista. L’arte non ha alcuna prospettiva sul senso, si limita semmai solo a descrivere le pieghe della vita addensate esattamente come il caolino bianchissimo sulla tela.

a000733066-001

Standard